A piece missing

Ultimamente mi sento come un puzzle a cui manca solo un pezzo per essere completo.

Lo cerco freneticamente, lo chiedo e lo richiedo a tutti quelli che incontro. 

Ce l’hai tu? E tu ce l’hai? Dimmi la verità, ce l’hai tu? Forse ce l’ha lui... fammi provare, magari ce l’hai tu!

Una ricerca frenetica e incessante, sono esausta, mi toglie il fiato, mi sfinisce, mi impedisce di pensare ad altro, mi porta persino dalle persone sbagliate.

Quel pezzo mancante non è necessario. Meglio che il buco rimanga vuoto, piuttosto che pieno di qualcosa che non gli appartiene. 

Solito turbinio di ricordi: diventano sempre di meno, ma anche sempre di più. 

Spesso ho paura di ricadere nelle vecchie trappole. Come le mine Inesplose. Non so più dove le ho piantate e ora ho paura di metterci il piede sopra per sbaglio. 

Sento di avere tanto da dare ma nessuno a cui darlo.  Quel pezzo mancante.

 -Susanna